headerphoto
CAORLE-FINALE DELL’INVERNO VENEZIANO SOTTO IL SEGNO…DEI PESCI… NOOO… DELLA BORA!!!

Dune in spiaggia di Levante - Foto Andrea BertoCaorle è una città stupenda, ideale per le famiglie tutto l’anno con molte attrazioni divertenti…un centro storico che assomiglia a Burano, tanti negozi dispersI tra le strette calli del centro, le case colorate una addosso all’altra … due chiese, una nel centro storico e una sul mare, con una leggenda stupenda, una passeggiata lungo il mare per ammirare le sculture scolpite sugli scogli.

Tanto folklore popolare, molti ristoranti rinomati per il broletto ovvero una zuppa di pesce speciale.

Spiaggia sabbiosa, molto ampia e il mare che digrada dolcemente… Un paradiso, direte voi, a meno che non ci si metta la bora…quella che solleva l’acqua del mare, o che alza una tempesta di sabbia o che ostacola la corsa degli oltre cento impavidi atleti che hanno osato cimentarsi tra le strade e le calli di Caorle in quella che è stata l’ultima prova dell’Inverno Veneziano. Avete vinto tutti quanti … per l’amore che avete per il nostro sport, per la vostra determinazione …siete tutti stati meravigliosi.

Percorsi divertenti ed impegnativi quelli che hanno portato gli atleti a correre sulla spiaggia sfidando le forti folate del vento e la sabbia che entrava dalle orecchie, negli occhi e nella bocca, se per caso eri a corto di fiato … ad immergersi nelle strette calli del centro storico, dove l’impatto della bora si faceva meno sentire, qui potevi rifiatare per poi ripartire verso altre destinazioni.

Spiaggia di Levante - Foto Cinzia Cecchinato

Alla fine tutti ce l’hanno fatta, anche gli Scout di Torre di Mosto che hanno provato per la prima volta l’Orienteering … a qualcuno di loro abbiamo chiesto un parere, ecco qualche risposta:

“La parola “orienteering” non mi diceva nulla. Non sapevo fosse simile ad una caccia al tesoro, quando sono partita con il mio gruppo avevo freddo, alla fine mi sono riscaldata e non immaginavo che mi sarebbe piaciuto così tanto”

“L’Orienteering è uno sport molto facile e divertente... a parte il fatto che bisogna correre tantissimo se si vuole arrivare primi! Mi è piaciuto passare dalle strade alla spiaggia, saltare staccionate e oltrepassare muretti è bellissimo , mi sono stancato solo a correre controvento.

I vincitori della gara di oggi li potete trovare nelle classifiche pubblicate qui nel sito, mentre i campioni dell’Inverno Veneziano li trovate sul sito di riferimento.

L’appuntamento è per il prossimo anno … non vi faremo mancare nulla … la bora l’avete avuta … vediamo cosa riusciremo a trovar fuori dal sempre imprevedibile cilindro dell’Inverno Veneziano.

Un grazie infinito all’Amministrazione di Caorle per il supporto logistico, ai nostri sponsor per i premi, al nostro amico Renato Bettin che ha curato le classifiche e le premiazioni dell’Inverno veneziano e a tutti voi per essere stati con noi e, ricordatevi, che la vita senza l’Orienteering probabilmente sarebbe un errore!