Autore archivio: Salvatore Seno

Metti un giorno…a Poveglia…l’isola dei misteri!

L'isola all'interno della Laguna
L’isola all’interno della Laguna

Poveglia è un’isola della laguna di Venezia di fronte a  Malamocco.

La sua superficie è di 7,25 ettari, ed è quindi un’isola abbastanza grande nel contesto lagunare.

Da qualche anno, quest’isola abbandonata con case diroccate e gran parte della vegetazione incolta, sarebbe la più infestata al mondo da presenze ultraterrene: spiriti maligni, fantasmi di morti di pestilenze, vittime senza pace di folli esperimenti psichiatrici e chi ne ha più ne metta. Questa nomea, apparsa qualche anno fa nella cronaca cittadina dei quotidiani locali, deriva dall’avventura corsa da 5 ragazzi americani tratti in salvo dai vigili del fuoco, dopo aver trascorso una notte movimentata sull’isola. In realtà per i veneziani Poveglia è sempre stato il posto più tranquillo del mondo, dove far giocare i bambini o organizzare una grigliata di branzini in compagnia di amici…fino a quando hanno scoperto che l’ isola era zeppa di fantasmi inquieti…. Colpa di una nota trasmissione televisiva americana che nel 2009 aveva girato una puntata a Poveglia a caccia di fantasmi, tanto che l’isola è diventata….l’isola dei Fantasmi.

Carta di Poveglia Nord
Carta dei Poveglia Nord

Il 5 giugno 2019, alcune classi dell’istituto comprensivo Franca Ongaro del Lido di Venezia sono sbarcate sull’isola per partecipare ad una serie di attività didattico-sportivo tra cui l’Orienteering. Già perché la nostra Associazione ha collaborato nella realizzazione del Progetto “Poveglia-Storie di fantasmi ed altro”. Ogni classe ha partecipato ad una caccia …non ai fantasmi…ma alle giuste lanterne poste in particolari zone dell’isola. Una sorta di Orienteering di precisione, dove i ragazzi dovevano confrontare mappa e lanterne poste in piazzole opportunamente indicate. Ogni gruppo di 5-6 studenti accompagnati da Giuseppe, Vittoriano, Giovanni e Claudio, individuava il percorso più opportuno per raggiungere i luoghi indicati sulla mappa e per indicare la giusta lanterna.

Il terreno, abbastanza tecnico, con una vegetazione folta, data la stagione, con qualche traccia di sentieri, si è rivelato interessante e adatto per attività di perfezionamento della tecnica di movimento con carta e bussola.

In contemporanea, gli studenti si sono sfidati in una regata di voga alla veneta e altri gruppi hanno effettuato una escursione botanica.

Una bella giornata trascorsa in una delle isole più belle della Laguna di Venezia.

E i fantasmi?

Beh! Era di giorno quindi non si sono fatti sentire, ma Claudio, Giovanni, Giuseppe e Vittoriano, che hanno ispezionato l’isola in lungo ed in largo, assicurano che i fantasmi ci sono veramente…ma sono tutti buoni! Provare per credere.

A JESOLO LIDO SI E’ CONCLUSO IL 27° INVERNO VENEZIANO


Domenica 24 Febbraio 2019 tra le strade e la spiaggia di Jesolo Est è andata in scena la quarta ed ultima prova del 27^ Inverno Veneziano.
Nulla di difficile sia chiaro, una sgambata salutare con velocità sostenute per transitare tra alberghi chiusi, cantieri aperti e tratti di spiaggia con l’abito invernale, ma con un’atmosfera romantica.

Ve la ricordate la mitica canzone di Enrico Ruggeri “Il Mare d’inverno” ? Se non vi suona subito in testa, la potete ascoltare qui, attraverso l’interpretazione magistrale di una giovane Loredana Bertè …

YouTube – Il Mare d’Inverno – Loredana Bertè

Quasi 200 i partecipanti che hanno preso il via, in una giornata tutto sommato ideale per la corsa, con l’aria pungente, ma libera dalla nebbia che per una settimana ha imprigionato Jesolo e tutto il litorale rendendo la città triste e deprimente:

Nella zona di partenza ci si saluta, ci si scambiano impressioni, naturalmente non mancano i soliti depistaggi: “ Sono fermo da un mese”; “Ho un tendine che non mi dà pace”; “il ginocchio destro mi fa tribolare”;”Ho portato le scarpe sbagliate”; “Ho mangiato troppi panettoni a Natale” … poi sulla linea di partenza tutti si dimenticano i “malanni”, veri o simulati, e partono a razzo … che se prima volevi già chiamare il Pronto Intervento o … ora ti convinci che è proprio vero che l’aria di mare iodata fa miracoli … e allora chi se ne importa se la carta è facile … se la salute migliora abbiamo raggiunto un ottimo risultato.

(altro…)

BURANO. GARA SOCIALE 16 dicembre 2018

Landing & setup

Sbarcare a Burano alle prime luci dell’alba è sempre uno spettacolo affascinante, l’isola ancora mezza addormentata, si è presentata nella sua speciale intimità…pochi gli abitanti in circolazione e quasi assenti i turisti…

Il Presidente Giuseppe si è dedicato alla posa dei punti, mentre Andrey e Salvatore hanno aspettato la fine della Messa per conferire con il parroco di Burano, persona cortese e gentile, che ha concesso l’uso del locale patronato alla nostra ASD.

E meno male che la motonave delle 9.56 non si è presentata all’appuntamento di Treporti, ciò ha concesso un po’ di respiro a chi stava organizzando i percorsi e la segreteria.

Start

All’arrivo degli atleti tutto era ormai pronto e la gara sociale ha avuto inizio. Mancava il campione uscente, ma la competizione c’è stata eccome!!

Tra le calli, lungo i rii, sui ponti e in mezzo alle case colorate, tutti i partecipanti hanno dovuto dominare la tentazione di fermarsi ad ammirare colori, luoghi e scorci di un paesaggio più unico che raro.

Finish

Alla fine Salvatore Ferrante è riuscito a vincere nella categoria maschile, avendo la meglio sul vice Presidente Claudio Lessi, mentre solo a 2 secondi è arrivato Giovanni Angellotti.

In campo femminile il titolo è andato a Carla Gobbetto, determinata e concentrata, non ha commesso errori e alla fine ha avuto la meglio su tutte le brave atlete partecipanti.

Party

La festa è poi continuata presso il Ristorante Galuppi, dove tra un risotto di scampi ed una deliziosa e leggera frittura mista, c’è stata l’opportunità di farsi gli auguri di Natale dandosi appuntamento sui campi di gara nel 2019.

C’è stato però il tempo di assaggiare i bussolà di Burano, i tipici e gustosi biscotti dell’isola.

Alla festa era presente anche Tiziano Zanetello, già Presidente FISO, che insieme alla gentile signora ha celebrato il decennale della costituzione della ASD Orienteering Laguna Nord Venezia.

Alla fine, la nostra Marisa Ferro ha omaggiato tutti i partecipanti con una carina confezione di biscotti artigianali.

Coming…

Sulla via del ritorno c’era già aria di rivincita, così il Presidente scrutava in lontananza le barene fissandosi nella memoria i luoghi dove posare le prossime lanterne.

Attenzione siete tutti avvisati…non dite che non vi è stato detto.

Snapshots