Autore archivio: Salvatore Seno

Assemblea nazionale FISO – Sergio Anesi è il nuovo presidente e Carla Gobbetto entra in consiglio federale

Sabato 22 febbraio 2020, a Bologna, è andata in scena l’Assemblea Elettiva della FISO. 

Sergio Anesi è stato eletto Presidente della FISO con 725 voti.

Tutta la cronaca dell’Assemblea, i risultati e i programmi li potete leggere nel sito istituzionale della FISO alla pagina https://www.fiso.it/notizia/sergio-anesi-e-il-nuovo-presidente-fiso-18747.

Se invece volete rivivere tutta la giornata elettorale, cliccate qui https://www.fiso.it/notizia/bolognagiornata-elettorale-18746.

A noi interessa sottolineare l’elezione della nostra Carla Gobbetto in seno al Consiglio Federale per il quadriennio 2020/2024. Una elezione che sottolinea il buon lavoro che Carla ha svolto nel corso dell’ultimo anno a fianco del Commissario Straordinario nelle materie a lei affidate.

Siamo certi che Carla ora saprà dareun valido contributo soprattutto nell’ambito delle questioni che succintamente ha individuato nel suo intervento di presentazione.

Abbiamo chiesto a Carla: 

“Come è stata la tua esperienza nel gruppo di lavoro che ha affiancato il Commissario Straordinario?

“Come ben sai, sono entrata nel mondo dell’Orienteering  solo nel 2015. L’anno successivo  sono stata eletta nel C.D. della nostra ASD, Orienteering Laguna Nord Venezia  e, dal Febbraio 2019, sono entrata a far parte del Gruppo di lavoro che ha coadiuvato il Commissario Straordinario nei suoi compiti di gestione e amministrazione della FISO.

A questo proposito posso dire che prendere parte al gruppo di lavoro e a qualche riunione nell’ambito della mia regione mi ha aiutato a comprendere  più da vicino alcune problematiche sia della Federazione, sia delle ASD affiliate.”

“Come è nata l’idea di presentare la tua candidatura al Consiglio Federale?”

“Non posso negare che la mia esperienza nell’Orienteering  in campo tecnico e/o sportivo  sia indubbiamente limitata, ma la conoscenza professionale maturata nel campo dell’associazionismo sportivo con particolare riguardo alle problematiche fiscali e amministrative connesse alla vita delle  ASD e SSD, oltre allo studio extrauniversitario di diritto sportivo, mi ha convinto  a presentare la candidatura per mettere a disposizione della  Federazione un valido supporto operativo nel settore della consulenza, della gestione amministrativa e della contrattualistica, considerato che dietro ogni sport – sia agonistico che amatoriale – c’è sempre uno staff dirigenziale ben strutturato che cerca di valorizzarlo e diffonderlo a tutti i livelli.”

“Quale ruolo pensi di svolgere all’interno della FISO?”

“Innanzitutto mi metterò a disposizione del nuovo gruppo dirigente e del nuovo Presidente Anesi. Sono fermamente convinta che un gruppo di lavoro unito e motivato possa fare la differenza in questo momento e possa aiutare la Federazione tutta  a trovare la coesione di intenti che forse negli ultimi tempi si era  un po’ smarrita.

Una coesione che si può ottenere solo attraverso un costante confronto tra i vertici federali, i Comitati, le delegazioni e le ASD o SSD perché gli input al nuovo Consiglio Federale devono e possono  venire trasmessi dalla base e non viceversa.

Mi metterò, quindi, a disposizione delle Associazioni tutte cercando di  fare da raccordo tra Federazione e le esigenze delle ASD affiliate, dando la piena disponibilità ad incrementare le occasioni di incontro e di dialogo.”

Grazie Carla! Un grande in bocca al lupo per tutto ciò che ti attende, ma siamo certi che il tuo impegno, la tua dedizione e la tua disponibilità farà sicuramente molto bene a tutto il movimento. 

Metti un giorno…a Poveglia…l’isola dei misteri!

L'isola all'interno della Laguna
L’isola all’interno della Laguna

Poveglia è un’isola della laguna di Venezia di fronte a  Malamocco.

La sua superficie è di 7,25 ettari, ed è quindi un’isola abbastanza grande nel contesto lagunare.

Da qualche anno, quest’isola abbandonata con case diroccate e gran parte della vegetazione incolta, sarebbe la più infestata al mondo da presenze ultraterrene: spiriti maligni, fantasmi di morti di pestilenze, vittime senza pace di folli esperimenti psichiatrici e chi ne ha più ne metta. Questa nomea, apparsa qualche anno fa nella cronaca cittadina dei quotidiani locali, deriva dall’avventura corsa da 5 ragazzi americani tratti in salvo dai vigili del fuoco, dopo aver trascorso una notte movimentata sull’isola. In realtà per i veneziani Poveglia è sempre stato il posto più tranquillo del mondo, dove far giocare i bambini o organizzare una grigliata di branzini in compagnia di amici…fino a quando hanno scoperto che l’ isola era zeppa di fantasmi inquieti…. Colpa di una nota trasmissione televisiva americana che nel 2009 aveva girato una puntata a Poveglia a caccia di fantasmi, tanto che l’isola è diventata….l’isola dei Fantasmi.

Carta di Poveglia Nord
Carta dei Poveglia Nord

Il 5 giugno 2019, alcune classi dell’istituto comprensivo Franca Ongaro del Lido di Venezia sono sbarcate sull’isola per partecipare ad una serie di attività didattico-sportivo tra cui l’Orienteering. Già perché la nostra Associazione ha collaborato nella realizzazione del Progetto “Poveglia-Storie di fantasmi ed altro”. Ogni classe ha partecipato ad una caccia …non ai fantasmi…ma alle giuste lanterne poste in particolari zone dell’isola. Una sorta di Orienteering di precisione, dove i ragazzi dovevano confrontare mappa e lanterne poste in piazzole opportunamente indicate. Ogni gruppo di 5-6 studenti accompagnati da Giuseppe, Vittoriano, Giovanni e Claudio, individuava il percorso più opportuno per raggiungere i luoghi indicati sulla mappa e per indicare la giusta lanterna.

Il terreno, abbastanza tecnico, con una vegetazione folta, data la stagione, con qualche traccia di sentieri, si è rivelato interessante e adatto per attività di perfezionamento della tecnica di movimento con carta e bussola.

In contemporanea, gli studenti si sono sfidati in una regata di voga alla veneta e altri gruppi hanno effettuato una escursione botanica.

Una bella giornata trascorsa in una delle isole più belle della Laguna di Venezia.

E i fantasmi?

Beh! Era di giorno quindi non si sono fatti sentire, ma Claudio, Giovanni, Giuseppe e Vittoriano, che hanno ispezionato l’isola in lungo ed in largo, assicurano che i fantasmi ci sono veramente…ma sono tutti buoni! Provare per credere.

A JESOLO LIDO SI E’ CONCLUSO IL 27° INVERNO VENEZIANO


Domenica 24 Febbraio 2019 tra le strade e la spiaggia di Jesolo Est è andata in scena la quarta ed ultima prova del 27^ Inverno Veneziano.
Nulla di difficile sia chiaro, una sgambata salutare con velocità sostenute per transitare tra alberghi chiusi, cantieri aperti e tratti di spiaggia con l’abito invernale, ma con un’atmosfera romantica.

Ve la ricordate la mitica canzone di Enrico Ruggeri “Il Mare d’inverno” ? Se non vi suona subito in testa, la potete ascoltare qui, attraverso l’interpretazione magistrale di una giovane Loredana Bertè …

YouTube – Il Mare d’Inverno – Loredana Bertè

Quasi 200 i partecipanti che hanno preso il via, in una giornata tutto sommato ideale per la corsa, con l’aria pungente, ma libera dalla nebbia che per una settimana ha imprigionato Jesolo e tutto il litorale rendendo la città triste e deprimente:

Nella zona di partenza ci si saluta, ci si scambiano impressioni, naturalmente non mancano i soliti depistaggi: “ Sono fermo da un mese”; “Ho un tendine che non mi dà pace”; “il ginocchio destro mi fa tribolare”;”Ho portato le scarpe sbagliate”; “Ho mangiato troppi panettoni a Natale” … poi sulla linea di partenza tutti si dimenticano i “malanni”, veri o simulati, e partono a razzo … che se prima volevi già chiamare il Pronto Intervento o … ora ti convinci che è proprio vero che l’aria di mare iodata fa miracoli … e allora chi se ne importa se la carta è facile … se la salute migliora abbiamo raggiunto un ottimo risultato.

(altro…)